Dott.ssa Lorena Paolucci:
mastoplastica
, liposcultura, rinoplastica e tanti altri interventi di chirurgia plastica estetica a Parma

Chirurgia Plastica

La chirurgia plastica serve per trattare situazioni patologiche che richiedono la ricostruzione di una parte del corpo. In questo caso si parla nello specifico di chirurgia plastica ricostruttiva.
Nel corso del tempo la chirurgia plastica si è anche orientata a fini estetici, verso quella che viene definita chirurgia plastica estetica. Questa branca della chirurgia plastica si occupa di correggere difetti fisionomici o della forma esteriore del corpo, sia congeniti che acquisiti nel corso degli anni.

Molto spesso la presenza di un difetto estetico è causa di insicurezza, di paure e di imbarazzo. Intervenire chirurgicamente per correggere un inestetismo può quindi avere un notevole beneficio non solamente dal punto di vista estetico o fisico, ma anche psicologico.
 
Gli interventi di chirurgia plastica:

Blefaroplastica
Rinoplastica
Otoplastica
Lifting del volto
Mastoplastica additiva
Addominoplastica
Liposcultura
 

Blefaroplastica
  • Quando lo sguardo è stanco e affaticato

  • Quando è presente un eccesso cutaneo a livello della palpebra superiore

  • Quando si vuole eliminare una "borsa" a livello della palpebra inferiore

La blefaroplastica consente di correggere i segni dell'invecchiamento a livello della regione oculare attraverso la rimozione di cute e grasso dalle palpebre.
L'intervento viene eseguito in ambulatorio chirurgico in anestesia locale e ha una durata di circa due ore.
Le incisioni vengono eseguite lungo la piega palpebrale superiormente o lungo la linea subciliare inferiormente in modo da nascondere completamente le cicatrici.
Nel post-operatorio il paziente rimane in osservazione per un'ora circa, dopodiché viene dimesso con una piccola medicazione locale che può essere facilmente coperta mediante l'uso di un occhiale da sole. I punti di sutura vengono rimossi dopo una 6-7 giorni e contestualmente il paziente può tornare all'attività lavorativa.
     

Rinoplastica
  • Quando si vuole migliorare l'aspetto estetico del naso

  • Quando si vuole rimodellare la forma del naso o delle narici

  • Quando si vuole ottenere una riduzione delle dimensioni del naso

Attraverso l'intervento chirurgico di rinoplastica è possibile rimodellare il naso, migliorandone l'aspetto estetico. Esistono diverse procedure chirurgiche per eseguire la rinoplastica, a seconda dei risultati che si desidera ottenere. La scelta deve essere concordata con il chirurgo.
L'intervento può avvenire in anestesia locale assistita o in anestesia generale, con un giorno di degenza. Le cicatrici sono pressoché invisibili.
Dopo l'intervento viene applicata una medicazione rigida al dorso del naso che viene mantenuta per 7 giorni, dopodiché il paziente può tornare alle sue normali attività lavorative. Per altri 7 giorni si dovrà mantenere una contenzione con steril strip.

Otoplastica
  • Quando si vuole correggere la forma delle orecchie

  • Quando si vogliono eliminare asimettrie congenite

L'otoplastica è una procedura chirurgica che serve per correggere anomalie di forma o eventuali asimettrie delle orecchie.
Viene eseguito in anestesia locale o locale assistita e le incisioni, realizzate nella piega retroauricolare, rimangono completamente nascoste.
Il paziente verrà medicato con un bendaggio elastico da mantenere per una settimana, mentre nelle due settimane successive è consigliabile portare una fascia elastica. Il paziente potrà quindi tornare alle normali attività quotidiane nel giro di una settimana.

Lifting del volto
  • Quando si vuole correggere il rilasciamento cutaneo e muscolare di volto e collo

  • Quando si vogliono contrastare i segni dell'invecchiamento della pelle

Il lifting del volto serva ad ottenere un effetto di ringiovanimento, correggendo il rilasciamento cutaneo e muscolare del viso e del collo.
L'intervento viene eseguito attraverso un'incisione preauricolare e retro auricolare breve che consente di sollevare i tessuti della faccia e del collo attraverso uno scollamento sottocutaneo ed un'asportazione della cute in eccesso. L'intervento può essere eseguito in anestesia locale assistita o in anestesia generale.
Il paziente deve mantenere una medicazione contenitiva elastica per 7-10 giorni, dopodiché potrà tornare alle sue normali attività lavorative. Le cicatrici sono pressoché invisibili.

Mastoplastica addittiva
  • Quando le mammelle sono troppo piccole

  • Quando è presente un'asimmetria di forma o dimensione

  • Quando le mammelle hanno perso volume dopo una gravidanza o un eccessivo dimagrimento

  • Quando sono presenti anomalie di forma congenite (mammelle tuberose)

  • Quando il tempo ha provocato un'alterazione della forma

L'intervento di mastoplastica addittiva serve per aumentare il volume delle mammelle, attraverso l'inserimento di protesi in gel di silicone in sede sotto-ghiandolare o sotto-muscolare.
L'intervento viene eseguito in anestesia generale con un giorno di degenza. Le incisioni possono essere posizionate in sede sottomammaria, periareolare o ascellare, a seconda del tipo di impianto. In tutti casi le cicatrici sono pressoché invisibili e i punti di sutura sono interni.
Il paziente può riprendere le normali attività lavorative in 5-10 giorni.
     

Addominoplastica
  • Quando l'addome ha ceduto a causa di gravidanze ripetute o dimagrimenti rilevanti

  • Quando è presente un eccesso di grasso o cute a livello addominale

  • Quando siamo in presenza di addome globoso, ovvero prominente

Attraverso l'addominoplastica si corregge il cedimento muscolare dell'addome, causato da gravidanze ripetute, eccessivo dimagrimento, eccesso di grasso o cute o addome globoso.
L'intervento viene eseguito in anestesia generale. Attraverso la trasposizione ombelicale si rimuove la cute ed il tessuto sottocutaneo in eccesso. Questo intervento è indicato in presenza di un notevole eccesso di grasso e cute. Quando la cute e il grasso in eccesso sono meno rappresentati è possibile eseguire una mini-addominolastica.
Si tratta di un'operazione che può essere eseguita in anestesia locale assistita e consente di rimuovere grasso e cute in eccesso lasciando l'ombelico in sede. Dopo l'intervento il paziente mantiene una compressione elastica per circa 3 settimane, mentre dopo 8-10 giorni è possibile riprendere le normali attività lavorative. La cicatrice residua resta coperta dai normali indumenti intimi.

Liposcultura
  • Quando c'è un deposito di grasso localizzato in una parte del corpo

  • Quando c'è necessità di modellare parti molto specifiche del corpo

  • Quando non è possibile liberarsi di un accumulo localizzato di grasso attraverso la dieta

La liposcultura è un intervento chirurgico che serve ad eliminare le adiposità localizzate. Le zone più frequentemente interessate sono: addome, fianchi, culotte de chevalle, interno cosce, ginocchia, caviglie, polpacci.
òessere eseguito in regime ambulatoriale in anestesia locale assistita, oppure in anestesia generale con un giorno di degenza. Si pratica una piccola incisione attraverso la quale si inserisce una cannulla con cui si aspira il grasso in eccesso.
òtornare alle normali attività lavorative a distanza di 2-5 giorni dall'operazione.